VITA DA GUIDA

Ogni Riccio (di mare), un capriccio – Il Lupo e la Rondine

Cari amici viaggiatori,

Oggi sul blog di BeeYond Travel vi parlo dei simpaticissimi ricci di mare quali simbolo della cucina pugliese e possibili “promotori” di marketing territoriale basato sul patrimonio enogastronomico.

Buona lettura.

“Da quando abbiamo iniziato a parlare del Salento e della sua bellezza, non è stato possibile non far riferimento al mare quale sua risorsa primaria.

Ne abbiamo esaltato il colore e la sua trasparenza impalpabile e cristallina, abbiamo raccontato la conformazione fisica delle spiagge sulle quali si riversa nei giorni di alta marea e ne abbiamo apprezzato il profumo al mattino.

È doveroso ammettere che ciò che rende perfetto il mare salentino sono anche le prelibatezze che ci regala, primi fra tutti i golosissimi ricci di mare.

Ricci di Mare in vacanza Salento Puglia BeeYond Travel

I ricci di mare, o echinoidee, sono diffusi sia negli oceani che nel mar Mediterraneo e preferiscono come habitat i fondali scogliosi. Sono molto prelibati per il loro gusto intenso e deciso.

Attenzione però, sono una specie protetta, da consumare solo nei periodi stabiliti dalle autorità marittime.

Il periodo migliore è il mese di luglio: i pescatori escono di buon’ora e vanno alla ricerca.

Ricci di Mare in vacanza Salento Puglia BeeYond Travel

La pesca del riccio è un’attività fisica, emozionale: ci si immerge e si estraggono manualmente i preziosi molluschi dallo scoglio al quale sono avvinghiati.

Mangiarli è decisamente più semplice. Basta una bella fetta di pane e un bel calice di vino bianco di accompagnamento. Potete acquistarli dai tanti chioschetti che si trovano sul litorale da Otranto a Gallipoli, passando per le più belle spiagge del Salento.

L’ideale sarebbe alzarsi presto alla volta della spiaggia, attendere il ritorno dei pescatori, far scorta di ricci di mare, e riportarli a casa, magari in una delle ville di lusso di BeeYond Travel dove soggiornate, per mangiarli a pranzo con la vostra famiglia e i vostri amici.

E per chi è alla ricerca di sapori più raffinati e complessi, molti ristoranti propongono piatti a base di riccio di mare, come le celeberrime linguine, da accompagnare sempre da un buon vino bianco.

Il riccio di mare è uno dei simboli del Salento e di tutta la Puglia in generale: non stupitevi quindi se in giro nei negozietti di souvenirs troverete anche calamite che riproducono il simpatico mollusco spinoso.

Insomma, non potete venire in Puglia e non assaggiare i ricci di mare. Il “sushi” pugliese accontenterà anche i palati più sopraffini. Non potrete farne a meno!”

La Rondine

Angela

Benevenuti nel mio blog. Sono Angela e sono una Guida Turistica, Tecnico del Marketing Turistico e Viaggiatrice instacabile.

Mi considero una cantastorie di Puglia e Basilicata e sono alla costante ricerca di tradizioni secolari e itinerari fuori dalle rotte. Con le mie visite guidate potrete scoprire la Puglia e la Basilicata piú autentiche.

Potrebbe piacerti...

2 commenti

  1. Quanto mi mancano quei luoghi.. quando ci vivevo quasi li davo per scontati.
    Leggerti è un piacere.

    1. Grazie mille 😍

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *